LETTERA AI LETTORI: ECCO COME STANNO DAVVERO I FATTI…

Ci teniamo a chiarire, si spera una volta per tutte, quello che è successo al FUB.

Come è stato detto “A causa di punti di vista differenti e incompatibilità caratteriali, dopo numerose divergenze” una parte dello staff del Fub ha deciso, molto a malincuore, di staccarsi dal vecchio FUBgroup.
Quello che è importante spiegare è che, sebbene sia cambiato il dominio del sito (da fubgroup si è passati a www.fubplus.com), il progetto è rimasto pressoché lo stesso. Gli obiettivi del blog, gli argomenti trattati e persino la maggioranza degli inserzionisti sono rimasti immutati. Anzi, oltre ai temi già trattati in passato se ne aggiungeranno di nuovi, nuove rubriche, nuovi progetti e nuovi autori.

La scelta di abbandonare il vecchio e caro Fubgroup è stata una scelta presa per il bene del blog stesso, non per ripicche personali, pugnalate alle spalle, o altre faccende simili lungi dalle quali siamo sempre stati e sempre staremo. La correttezza è uno dei valori in cui crediamo ed è triste che proprio per mancanza di correttezza si sia arrivati alla situazione attuale.

Quando infatti uno di noi 4 alla direzione del vecchio FUB ha iniziato a rivendicare il 50% del sito, senza assolutamente riconoscere agli altri tre il contributo fornito e il ruolo svolto nel far diventare il FUB come voi tutti lo conoscete ora, i cardini che hanno sempre saldamente unito il nostro team hanno iniziato a cedere. Abbiamo cercato il confronto con il dialogo, abbiamo in ogni modo cercato di far capire quanto la nostra stretta e leale collaborazione durante tutto lo sviluppo del blog sia stata indispensabile. Non uno di noi è stato inutile, non uno ha offerto meno di altri, perché in un modo o nell’altro TUTTI E QUATTRO siamo stati importanti. Eppure “l’insorto” (per il resto del pezzo lo chiameremo così) sembrava non volere sentire ragioni. Il 50% del FUB doveva essere suo, agli altri tre il compito di spartirsi il restante 50%. Dal momento che crediamo, come ho detto, nella correttezza, la correttezza è anche quello che ci aspettiamo a nostra volta di ottenere. Purtroppo un punto di accordo non si è trovato e così noi tre membri “passivamente cacciati” abbiam deciso di lasciare all’insorto quanto rivendicava, anzi, anche di più. A lui è rimasto l’intero dominio fubgroup e tutti gli articoli che lui stesso aveva scritto. Noi ci siamo presi quanto era di nostra proprietà: il database di tutti i nostri articoli. Molto a malincuore abbiamo abbandonato il vecchio tema che tanto ci piaceva, il dominio che ormai tutti conoscevano e la visibilità che avevamo raggiunto anche e soprattutto grazie a facebook.
Ma dopo tanti sacrifici e tanta passione messa in questo progetto, di abbandonare la nave proprio non se ne parlava. Così abbiamo deciso di far risorgere il FUB, dopotutto eravamo rimasti in tre su quattro e i 3/4 degli articoli (anzi, parecchi di più) erano nostri. Abbiamo comprato un nuovo dominio, il fubplus.com appunto, abbiamo trovato un nuovo tema, adattato gli articoli già presenti, cercato nuove collaborazioni, rinnovato il team decisionale e modificato il logo. A quest’ultimo proposito vorremmo chiarire che il logo non è stato “malamente camuffato”, ma volutamente mantenuto molto simile perché in fin dei conti noi eravamo e restiamo il FUB e quel logo, appena creato da un grafico professionista per il nostro vecchio fubgroup, era stato pagato da noi quattro ex-colleghi in parti uguali (così come ogni altra spesa sorta durante tutto lo sviluppo del blog) e ci siamo sentiti liberi di modificare l’asterisco del fumetto rendendolo un +, il nostro valore aggiunto, il nostro PLUS, appunto. I nostri lettori ci conoscono come “FUB” quindi cambiare nome per il capriccio di uno sarebbe stato inutile e avrebbe danneggiato il sito stesso. Del resto, questa, così come ogni scelta presa finora, è stata fatta per salvaguardare l’impegnativo lavoro di tutti coloro che, spendendo tempo e denaro, hanno collaborato a questa “creatura” in cui abbiamo sempre creduto e continuiamo a credere tutt’ora, nonostante le ultimi tristi e poco professionali vicissitudini.

Approfittiamo di questo spazio per scusarci apertamente con tutti i lettori vecchi e nuovi. E’ una situazione ridicola e che poco ci fa onore in cui francamente non avremmo proprio voluto trovarci. Se l’insorto vorrà continuare a utilizzare il dominio fubgroup non è affar nostro, quella è acqua passata e far la guerra non ci interessa. Ora vogliamo concentrarci sul nuovo FUB+, l’unica vera evoluzione del vecchio fubgroup.

Diffidate dalle imitazioni, e leggete solo articoli originali FUBPLUS.COM!

E ricordatevi di passare e visitarci mettendo il vostro MI PIACE al sito,
Grazie

Lo staff di FUB+ | fubplus.com

 
 


Mirko Tosoni
mirko_toso@yahoo.it

Marketing, advertising e comunicazione sono la sua passione e si vede, traspare in tutto ciò che fa. Con un background economico e uno sfondo cosmopolita come l'affascinante Istanbul ci stupirà ogni giorno con imperdibili curiosità.



Advertisment ad adsense adlogger