n_59addc69e18a7928a133b5fd6e04fc95

05 mar Batman consegna un ladro alla polizia, Bradford come Gotham.

Viene strano a tutti credere a ciò che è successo settimana scorsa a Bradford, cittadina dello Yorkshire nel Nord d’Inghilterra, ma c’è già chi l’ha ribattezzata come la fumettistica Gotham City; ebbene sì, cari lettori, Batman ha acciuffato un malvivente e l’ha consegnato alla polizia!

Un anonimo cittadino (a dire il vero, un po’ sovrappeso per essere un supereroe) si travestito come il fumettistico uomo pipistrello Batman della DC Comics e si è presentato in una stazione di polizia della città portando in consegna un malvivente, accusato di furto con scasso e frode.
L’intera scena è stata ripresa dalle telecamere a circuito chiuso della caserma: si vede “Batman” che consegna il giovane ladro e poi esce, dileguandosi nella notte. Gli agenti di polizia hanno assistito allibiti e non sono ancora riusciti a stabilire l’identità di questo sconosciuto eroe che protegge le strade cittadine.

batman-wantedUnici indizi sull’identità del supereroe mascherato sono quelli raccolti presso una rivenditrice di costumi e maschere di Bradford, il The Joke Shop, che dice di aver venduto un travestimento da Batman a un uomo fra i 20 e i 30 anni appena un paio di giorni prima.
Un ‘Batman’ giovane, dunque, e con accento locale ma con gusti un po retrò e molto british: secondo la venditrice infatti avrebbe preferito al costume dell’ultimo episodio di Hollywood “Dark Knight”, che ora va per la maggiore, quello indossato negli anni ’90 dai protagonisti di una popolarissima sit com britannica: “Only fools and horses”.
La donna è l’unica a conoscere la probabile identità del Batman di Bradford, che ha pagato con carta di credito: ma ha già detto alla polizia e ai giornalisti che non lo tradirà.

 

Una curiosità: il fatto in questione, uscito sui rotocalchi solo ieri, in realtà è avvenuto nella primissima mattina del 25/02 (come si può vedere dall’immagine in evidenza) ma la stampa inglese si è riservata la notizia per questa settimana dato un generale stupore ed un pizzico di imbarazzo dei mass media d’oltremanica; d’altronde si sa che nella nobile Inghilterra non c’è posto per uno “yankee” come batman l’uomo pipistrello.

I “PRECEDENTI”
Non è la prima volta però che Batman si materializza in Inghilterra e per fare buone azioni: a Sheffield qualche anno fa si cominciò a pensare che Batman esistesse davvero dopo che, fasciato nel suo costume da uomo pipistrello fai-da-te, era stato visto servire zuppe in una mensa per i bisognosi, dare una mano in un negozio che vende oggetti usati per beneficenza e aiutare nei modi più disparati i senzatetto; infine, come ogni super-eroe che si rispetti, nessuno ha mai saputo chi fosse.Batman-lamborghiniOltreoceano, invece, Batman è stato costretto a “gettare la maschera” dopo essere stato fermato dalla polizia perché circolava con la sua “bat-mobile” senza targa (in realtà una Lamborghini Aventador nera) per poi scoprire però che di una sorta di supereroe si trattava davvero: un uomo d’affari, Lenny Robinson, si vestiva così non per esibizionismo ma per andare a trovare i bambini ricoverati negli ospedali oncologici di numerose contee e regalar loro libri delle “sue” avventure.

 

In un certo senso si può dire il Batman dei fumetti riviva nelle azioni della gente comune, speriamo solo che nessuno si metta a comportarsi da Joker o da Uomo Pinguino…

 
 


Giacomo Zobbio
jekstain@gmail.com

Studente di editoria, archivista delle dispense e co-fondatore del FUBplus. Simpatico, affabile e sempre disponibile; sa sempre cosa dire ed ha sempre una parola buona per tutti e per tutto. Twitter: @JekStain



Advertisment ad adsense adlogger