ZuppaDiCapra1

28 set MAMMA LI TURCHI #2: La KEÇİ ÇORBASI

Ehilà! Bentornati! Questa puntata di Mamma li Turchi la voglio dedicare a un’abitudine turca mooolto particolare!

Avete presente quando andate in qualche locale/club/discoteca e vi divertite ballando fino a tarda notte? Ecco. Spesso finita la serata, quando è il momento di tornare a casa sale un certo languorino, il bisogno di mangiare qualcosa di buono e non troppo “pesante”, ma abbastanza da saziare il nostro stomaco. E allora si va alla ricerca di una pizzeria al taglio ancora aperta o di qualche bar/pasticceria che magari ha già iniziato la nuova giornata lavorativa.

Qui in Turchia mi è capitata la stessa cosa, ma l’usanza è un attimo diversa.

Usciti da una discoteca non c’è brioches o pizza che tenga, l’obiettivo è ben diverso: si chiama “Keçi çorbasi“, ovvero “Zuppa di Capra“! Sì, zuppa di capra, alle 4 di notte.

Il lato curioso, se così lo si può definire, è però il condimento aggiuntivo che viene fatto a questa zuppa. Insieme alla ciotola infatti il cameriere mette in tavola anche peperoncino in polvere e una tazza di aglio liquido (sì, insomma, non so se è acqua con spicchi d’aglio dentro o qualcosa ottenuto direttamente dall’aglio, sta di fatto che è AGLIO IN FORMATO LIQUIDO!).
E con che gusto aggiungono cucchiaiate di questo composto nella zuppa per poi divorarsela in un baleno e talvolta ordinare addirittura il bis (magari con cervella di capra, perchè no! Avrei voluto fotografare la mia faccia quando l’ho sentito ordinare e postarvela qua, ma d’altronde nessuno se l’aspettava perciò non posso far altro che lasciarvi all’immaginazione).

Ora, non facciamo di tutta l’erba un fascio, è ovvio che non tutti i ragazzi che vanno a ballare poi vadano a mangiare la Keçi çorbasi, anzi, mi è capitato una sola volta da quando sono qua in Turchia e vi assicuro che di serate ne ho già fatte parecchie. Ma allo stesso tempo il fatto che quell’unica volta che mi ci hanno portato erano le 4 di notte e il ristorante era gremito di gente tanto da dover aspettare che si liberasse un posto prima di sederci, non può che farmi dedurre sia, per qualcuno, una tradizione.

Io il coraggio di assaggiarla non l’ho avuto, ma se volete provarla qui trovate una ricetta per prepararla!

Buon appetito! 
 


Mirko Tosoni
mirko_toso@yahoo.it

Marketing, advertising e comunicazione sono la sua passione e si vede, traspare in tutto ciò che fa. Con un background economico e uno sfondo cosmopolita come l'affascinante Istanbul ci stupirà ogni giorno con imperdibili curiosità.