Referendum_tagli_alle_indennit_parlamentari

09 lug Una firma per cambiare il futuro!

Se chiedete all’italiano medio come risanare il bilancio statale la prima risposta sarà il taglio dei benefici e degli stipendi della classe politica italiana; impossibile direte voi, non succederà mai una cosa del genere penserete voi. E invece, anche se l’informazione non sta girando, ci si sta muovendo in quella direzione.

Il movimento “Unione Popolare” si è fatta carico di questo compito e vuol far valere uno dei diritti costituzionalmente riconosciuti ai cittadini italiani: tramite la raccolta di 500.000 firme sarà possibile richiedere un referendum abrogativo parziale per la legge sulle indennità parlamentari e per gli stipendi.

Non è assolutamente una bufala, parola mia! Fino al 26 Luglio sarà possibile, presso il comune di residenza, firmare questa petizione per raggiungere il numero richiesto; la notizia gira poco ed è compito nostro fare un grandissimo passaparola per cercare di far cambiare qualcosa.

Abbiamo questa possibilità, è un nostro diritto ed è giusto fare di tutto per farlo valere.

Quindi recatevi il prima possibile in comune a firmare e fate girare la voce: non serve a nulla polemizzare e disquisire su Facebook e al bar se poi non sfruttiamo queste possibilità! 
 


Giacomo Tampalini
giacomo.tampalini@alice.it

Solare e divertente, appassionato e intraprendente, professionale e disponibile. Tecnologia e news dal mondo sono la sua specialità. Il suo più grande debole? Gli angeli di Victoria's Secret!