596max_DNS-Changer

07 lug Lunedì 9 luglio 2012: preparati all’apocalisse dei PC!

Avete letto bene: A P O C A L I S S E. O forse è meglio dire “Internet Doomsday“. E questa volta di mezzo non ci sono i Maya, o qualche veggente, o qualche strano calcolo matematico. Questa volta non è un’ipotesi. Questa volta è realtà.

Dai, vi ho messo un po’ di paura, ma ora vi spiego meglio, cosicchè se foste tra i “prescelti” potreste avere ancora un modo per rimandare la morte dei vostri computer.

Il giorno del giudizio colpirà i PC affetti dal malwarein giro dal 2007. Lanciato nel 2007 il malware colpisce il traffico Internet attraverso i Dns, il servizio che converte i nomi dei siti web in indirizzi IP e viceversa (una sorta di rubrica telefonica per semplificare la navigazione). DnsChanger però, come suggerisce il nome, interferisce con il sistema Dns, dirottando il traffico Internet verso siti illegali e appositamente manipolati per truffare gli utenti, compromettendo il sistema di sicurezza del computer stesso.

La banda alla base della frode era stata sgominata nel 2011 e l’FBI aveva provveduto a limitare i danni reindirizzando il traffico Internet dai server infetti ai server “puliti”. Ciò fu possibile grazie al contratto tra l’FBI e l’Internet Systen Consortium, affichè gli utenti colpiti avessero il tempo di risolvere il problema. Il contratto è scaduto l’8 marzo, ma l’FBI è riuscita a posticipare il termine, fissato ora per lunedì 9 luglio appunto. Si parla di ancora 300 000 utenti in tutto il mondo affetti dal malware e quindi a rischio BlackOut.

Fortunatamente un modo per sapere se si è infetti o meno esiste. E in caso affermativo esiste anche un modo per difendersi. L’importante è farlo prima di lunedì!

Primo Passo: Verificare la presenza del malware sul proprio PC andate al sito del DSNChanger Working Group e cliccate sul sito a fianco della lingua del vostro Paese di residenza.

Secondo Passo:: Se siete “sani” non avete nulla di cui preoccuparvi. Se invece risultate infetti il sito mette a disposizione utili strumenti per risolvere il problema: innanzitutto fate il backup del PC e poi fate una scansione antivirus, meglio se multipla.

In bocca al lupo!

 
 


Mirko Tosoni
mirko_toso@yahoo.it

Marketing, advertising e comunicazione sono la sua passione e si vede, traspare in tutto ciò che fa. Con un background economico e uno sfondo cosmopolita come l'affascinante Istanbul ci stupirà ogni giorno con imperdibili curiosità.