facebook

16 lug “BIG FACE” IS WATCHING YOU

In un passato non molto lontano spie da ogni parte del mondo intercettavano messaggi e li decriptavano per scoprire i piani degli Stati nemici; in un presente molto tecnologico abbiamo assistito a processi basati su intercettazioni telefoniche. E nel futuro?

Il futuro è già presente per Facebook: Mark Zuckerberg e i suoi tecnici hanno infatti introdotto e testato un’importante novità per quanto riguarda la sicurezza.

Partendo dal presupposto che il fenomeno Facebook ha pian piano reso obsolete le care e vecchie e-mail, gli uomini di “faccialibro” hanno creato un filtro per analizzare conversazioni e post pubblicati.

Nessuna violazione della privacy, almeno così dicono: a fare tutto questo lavoro sporco è un algoritmo, un programma, che considera svariate variabili e le mixa. Un algoritmo programmato, a quanto dicono gli sviluppatori, per avere il minor numero possibile di falsi positivi: se il profilo delle due persone che chattano e i loro argomenti rientrano in una determinata categoria, viene attivato un segnale di allerta che spedirà la conversazione alla polizia.

Recente è stato il caso negli Stati Uniti, dove un 30enne tentava di adescare una 13enne: il software ha considerato la differenza d’età, i pochissimi amici in comune, i post sulla bacheca dell’uomo e il fatto che nella conversazione venisse ripetuta spesso la parola sex. Immediatamente è stata inviata una copia della conversazione alle autorità americane, sventando l’adescamento prima che potesse avvenire.

Nonostante questa innovazione possa rappresentare un grande servizio per la sicurezza degli utenti, essa stessa rappresenta un piccolo fallimento: «Non era nelle nostre intenzioni creare un ambiente dove fosse necessario controllare le conversazioni private – ha detto Joe Sullivan, addetto alla sicurezza del social network – è molto importante l’utilizzo di questa tecnologia ma è altrettanto importante che abbia il minor numero possibile di falsi positivi»

Non si sa ancora se il servizio sia già attivo anche in Europa o meno: sicuramente tanti tentativi di adescamento o crimini simili potranno essere prevenuti e sventati. Ma nessuno si lamenterà di questo controllo quasi orwelliano? 
 


Giacomo Tampalini
giacomo.tampalini@alice.it

Solare e divertente, appassionato e intraprendente, professionale e disponibile. Tecnologia e news dal mondo sono la sua specialità. Il suo più grande debole? Gli angeli di Victoria's Secret!