20120909_150935

10 set LeaveOn: il Social Network per staccare gli utenti dal PC.

 

Bentornati lettori del FUB! Dopo una lunga pausa estiva siamo tornati più carichi che mai. Tanti nuovi progetti pronti a partire, un nuovo logo, nuove grafiche, nuove rubriche.

Iniziamo allora in grande, con un articolo di rilevanza internazionale! Ebbene sì, perchè il social network che vi andiamo a proporre è stato lanciato a livello internazionale e sta riscuotendo un incredibile successo! Il suo nome è LeaveOn e per rendere il tutto più interessante abbiamo deciso di intervistare i suoi creatori: Luca Zivelonghi e Deny Cadorini, company managers di Unitstyle srl.

1) Da cosa è nata l’idea di creare un Social Network come LeaveOn?

Tutto è partito da un pensiero molto semplice. Si voleva trovare il sistema per far uscire di casa le persone inchiodate dai social network davanti al pc, utilizzando le stesse logiche del social media marketing, ma con lo smartphone come strumento.

2) Qual è stata, in breve, la storia di questo vostro “prodotto”?

Una volta definita l’idea iniziale c’è stato un lungo lavoro sullo studio della filosofia di LeaveOn. Volevamo un social network molto semplice nel suo utilizzo, che non avesse mille funzioni, ma poche e semplici: lasciare un segno del proprio passaggio o vedere chi lo ha lasciato. Inoltre doveva essere rispettoso della privacy: da LeaveOn non vengono infatti richiesti dati che possano venire utilizzati a scopo di marketing, non puoi venire “segnalato” da altri utenti, non ricevi mail di cosa potresti o dovresti fare, i tuoi messaggi non possono essere commentati né privatamente né pubblicamente e la lista degli amici non è visibile da nessuno, nemmeno dagli amici stessi.

3) Quanto e come vi dedicate alle strategie Marketing per LeaveOn?

LeaveOn è una start-up in cui crediamo moltissimo. Per questo motivo è stato creato un team all’interno dell’agenzia di comunicazione di sviluppatori e creativi che lavorano esclusivamente a questo progetto. Ovviamente le strategie di marketing per la sua diffusione sono fondamentali e richiedono anch’esse un’occupazione a tempo
pieno.

4) Oltre al video di YouTube usate altri Social network per diffondere il prodotto?
Certo, per ora i classici facebook e twitter.

5) Quanto ritenete efficaci i Social network per le Vostre strategie di marketing?Meglio puntare sui social o su altri canali pubblicitari?

I social network sono senza dubbio uno strumento molto importante, primo perché raggiungono velocemente un gran numero di persone in tempo reale a costo zero, secondo perché vanno a colpire una fascia di utenza potenzialmente utilizzatrice di LeaveOn. Non trascureremo ovviamente poi tutto il lavoro quotidiano di press-office.
A breve verranno realizzati inoltre degli eventi in co-branding con importanti aziende nel mondo della moda e altre attività di guerrilla. L’obiettivo è quello di raggiungere quella massa critica grazie alla quale il passaparola degli utenti soddisfatti dovrebbe diventare il canale maggiore di diffusione. Per questo motivo sarà molto importante seguire con attenzione i feedback che riceveremo.

Dunque non aspettate oltre, scaricate l’applicazione da App Store e Google Play e iniziate a diffondere Baloon in giro per il mondo! E’ semplicissimo e porterà qualche vostro amico ormai perso nel cyberspazio a respirare nuovamente una boccata d’aria fresca. In un’era in cui ciò che è green è cool, non potete che iniziare a lasciare i vostri baloon qua e là, smettendola di incidere alberi o lasciare graffiti sui muri.

Leave you baloon messages on the Planet…Forever!

 
 


Mirko Tosoni
mirko_toso@yahoo.it

Marketing, advertising e comunicazione sono la sua passione e si vede, traspare in tutto ciò che fa. Con un background economico e uno sfondo cosmopolita come l'affascinante Istanbul ci stupirà ogni giorno con imperdibili curiosità.